La community sulla sindrome dell'ovaio policistico
Seleziona una pagina

Perchè parliamo di dieta nella PCOS

Sono diversi gli studi scientifici a supporto del fatto che cambiamenti nella dieta e nello stile di vita siano più efficaci di qualsiasi terapia farmacologica nel trattamento della PCOS [2].
Ma nella pratica, cosa dovremmo mangiare o evitare?
Per rispondere a questa domanda, il primo e fondamentale passo è sapere che le donne con PCOS hanno difficoltà a processare i carboidrati e conoscere qual è il ruolo dell’insulina [3].
Questo perché, in presenza di PCOS, l’organismo tende a produrre troppa insulina che induce le ovaie a rilasciare testosterone in eccesso, comportando diversi sintomi della PCOS.
Pertanto, prima di conoscere la dieta, bisogna imparare a tenere sotto controllo i livelli di insulina.

PCOS e cibi a basso indice glicemico

Un modo utile per tenere sotto controllo i sintomi della PCOS e i livelli di insulina è consumare prevalentemente cibi “a basso indice glicemico”. Questi alimenti fanno sì che i livelli di insulina aumentino in modo più graduale e più lento.
Ma come sapere se un alimento è a basso indice glicemico?
In linea generale, cerca di consumare sempre alimenti non raffinati. Infatti, più un alimento è stato processato e raffinato, più in fretta sarà digerito dal metabolismo e più rapidamente aumenterà l’insulina.

Elaborare un “piano”

Come per ogni altra nuova attività, buttare giù un “piano d’azione” è un buon modo per evitare errori e organizzarsi anche quando si tratta di cominciare a mangiare in modo differente. Iniziare una nuova dieta implica: imparare a conoscere gli alimenti più indicati per te, sapere quanti pasti effettuare e ogni quanto mangiare, organizzarti con la spesa e con la cucina.
Un nutrizionista specializzato, in quest’ottica, può fornirti un supporto prezioso e aiutarti nel tuo obiettivo di perdita di peso, qualora necessario, o di tenere sotto controllo i sintomi della PCOS.

Per cominciare puoi iniziare da questi 5 passi fondamentali:

1) Sii consapevole

Cerca di documentarti più possibile sulla PCOS e l’alimentazione rivolgendoti a personale medico specializzato nel trattamento di questa sindrome, ma anche attraverso riviste, libri e siti specializzati.
Comprendere a fondo perchè l’alimentazione è così importante nel trattamento della PCOS e i suoi benefici sarà un incentivo a cominciare e a proseguire la dieta.

2) Evita alimenti poco salutari

Gli americani usano il termine “junk food” per indicare tutti quei prodotti preconfezionati e ricchi di conservanti come patatine fritte in busta, merendine, biscotti di vario tipo e bibite zuccherate. E’ bene iniziare a evitare questi cibi fin da subito.
Nel caso della PCOS tuttavia non è sufficiente, perchè bisogna limitare anche alimenti generalmente salutari ma che, non essendo a basso indice glicemico, possono peggiorare i livelli di insulina. Ti consigliamo perciò di sostituire pasta, riso e pane “classici” con la versione integrale.

3) Impara a scegliere gli alimenti adatti per la PCOS

Fai spazio nel tuo frigo a frutta e verdura fresca, carni magre e pesce.

4) Pianifica i pasti in anticipo

Pianifica con anticipo i pasti in modo tale da poterti organizzare, ricordandoti che cucinare per la PCOS significa scegliere ricette che abbiano queste caratteristiche:
• povere di latticini [4]
• a basso indice glicemico
• bilanciate in termini di carboidrati e proteine
• senza zuccheri aggiunti e con alimenti non raffinati
• a basso contenuto di grassi saturi

5) Trova il supporto necessario

Infine, trovare il giusto supporto quando si parla di PCOS è molto importante. Cominciare una dieta da soli può risultare difficile, soprattutto nei primi tempi. Un nutrizionista specializzato nella PCOS saprà delineare il programma alimentare più indicato in base alle tue esigenze.

 

Fonti

[1] Gordon W Bates and Richard S Legro: Longterm management of Polycystic Ovarian Syndrome (PCOS)
[2] Mohammad AliKarimzadeh, MojganJavedani: An assessment of lifestyle modification versus medical treatment with clomiphene citrate, metformin, and clomiphene citrate–metformin in patients with polycystic ovary syndrome
[3] Crystal C. Douglas et al. Role of diet in the treatment of polycystic ovary syndrome
[4] Di Landro A, Cazzaniga S , Parazzini F , et al. Family history, body mass index, selected dietary factors, menstrual history, and risk of moderate to severe acne in adolescents and young adults.
J Am Acad Dermatol . 2012;67(6):1129–1135.

Unisciti alla community