La community sulla sindrome dell'ovaio policistico
Seleziona una pagina

Tipologie di grasso addominale

Il grasso addominale si divide in 2 tipologie: quello sub cutaneo e quello viscerale. Il grasso addominale sub cutaneo è quello che si nota immediatamente, guardandosi allo specchio, e che si può “pizzicare” con le dita.
Il grasso viscerale si nasconde invece più in profondità, tra gli organi interni del nostro corpo, al di sotto dei muscoli. Devi sapere che nelle donne che soffrono di PCOS questo grasso è particolarmente pericoloso. Infatti, diversi studi hanno portato la comunità scientifica a pensare che sia proprio il grasso viscerale a contribuire all’insulino-resistenza e a compromettere l’equilibrio ormonale [1].

Per capire perché molte donne con PCOS combattono contro il grasso addominale, dobbiamo fare un passo indietro e guardare cosa accade all’interno del corpo.

Eccesso di ormoni maschili

Forse potrà sembrarti un po’ strano, ma in realtà per una donna è completamente naturale e fisiologico la presenza nel proprio organismo di una certa quantità di ormoni maschili. Alcuni di questi si trovano nelle ovaie e nelle ghiandole surrenali, mentre altri nelle cellule lipidiche e cutanee.
Nella “giusta quantità”, il corpo femminile risponde bene al testosterone e ad altri ormoni maschili che contribuiscono alla salute sessuale della donna.
Tuttavia, nella PCOS il livello di ormoni maschili aumenta oltre i valori fisiologici.
Questo eccesso è causa di molti dei segni e sintomi tipici della PCOS, inducendo nella donna lo sviluppo di tratti tipicamente maschili: tra questi anche il grasso addominale.
Come abbiamo già anticipato, il grasso addominale può in certi casi diventare pericoloso per la salute. È importante pertanto intervenire per liberarsene seguendo innanzitutto un’alimentazione corretta ed equilibrata accompagnata da un allenamento fisico specifico.

Come e quanto allenarsi per eliminare il grasso addominale

Senza un cambiamento sostanziale nello stile di vita sarà molto difficile vedere dei risultati. Il grasso viscerale tende infatti ad “andare a braccetto” con uno stile di vita sedentario.
Uno studio del 2005 pubblicato sul Journal of Applied Physiology ha dimostrato che un allenamento aerobico regolare a intensità moderata (esercizio aerobico per 3 ore alla settimana, ovvero 25 minuti al giorno) porta a una diminuzione del grasso viscerale. In particolare, il gruppo sperimentale, formato da soggetti che si sono allenati almeno 3 ore alla settimana hanno perso il 7% del grasso viscerale in soli 8 mesi, a differenza del gruppo di controllo, che non avendo praticato nessun allenamento, ha visto un aumento del grasso viscerale dell’8% [3].

Allenamento cardiofitness contro il grasso addominale

Praticare cardiofitness è fondamentale se l’obiettivo è la perdita di peso complessiva e per buttare giù i chili di troppo sulla pancia. Infatti, molti studi dimostrano come sia proprio l’attività aerobica uno dei modi più efficaci per bruciare calorie [4].
Non è necessario iniziare subito con esercizi ad alta intensità: che sia una corsa leggera, una camminata veloce, o una passeggiata in bicicletta, l’importante è praticare l’allenamento con un ritmo sostenuto.
Se ti senti particolarmente motivata da fare un abbonamento in palestra, ecco alcuni strumenti che possono aiutarti contro il grasso addominale:

Il vogatore

È uno degli attrezzi più completi, in quanto coinvolge nell’allenamento davvero tantissimi muscoli. Oltre a dorsali, gambe e glutei, il vogatore coinvolge i muscoli dell’addome che vengono sollecitati nella coordinazione del resto del corpo. Mentre fai esercizio al vogatore la frequenza cardiaca aumenta, e questo contribuisce ad aiutare il tuo corpo a bruciare grassi e di conseguenza perdere peso. Inoltre, questo attrezzo ha un bassissimo impatto sulle articolazioni, il che lo rende particolarmente indicato per le persone sovrappeso e per chi ha problemi articolari.

L’ellittica

Perfetta per i neofiti dell’attività fisica, l’ellittica è un attrezzo che consente il dimagrimento di tutto il corpo, combinando l’allenamento che generalmente fai sul tapis-roulant a quello della bike. Oltre a gambe, glutei e braccia, gli addominali, soprattutto quelli obliqui, lavorano per seguire il movimento delle leve e per mantenere l’equilibrio.

Esercizi mirati contro il grasso viscerale

Ricordati, infine, che il cardiofitness non basta. Per perdere peso e grasso localizzato è importante tonificare e aumentare la forza, per aumentare la massa magra. Ci sono diversi esercizi che puoi praticare in palestra o a casa mirati per la riduzione del grasso addominale.

Conclusioni

Il grasso viscerale può compromettere la nostra salute, ma con una dieta apposita, il giusto allenamento e tanta pazienza puoi raggiungere il tuo obiettivo. Così come per l’alimentazione, anche nel caso del fitness è sempre importante rivolgerti a un allenatore specializzato e formato, che in base alle tue condizioni fisiche e di salute, sappia aiutarti e indirizzarti nell’eseguire gli esercizi più corretti per te.
Dei consigli mirati, insieme alla tua motivazione e al tuo impegno ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi prima e meglio!

Fonti:

[1] Enrico Carmina, Salvo Bucchieri, Antonella Esposito, Antonio Del Puente, Pasquale Mansueto, Francesco Orio, Gaetana Di Fede, GiovamBattista Rini; Abdominal Fat Quantity and Distribution in Women with Polycystic Ovary Syndrome and Extent of Its Relation to Insulin Resistance, The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, Volume 92, Issue 7, 1 July 2007, Pages 2500–2505
[2] Hyperandrogenism is associated with preferential fat deposition of visceral versus subcutaneous (SC) abdominal fat in lean polycystic ovary syndrome (PCOS) women A.L. Akopians, V. Madrigal, S. Fisch, E. Ramirez, D. Margolis, M.K. Sarma, M.A. Thomas, T. Grogan, D.H. Abbott, R. Haykal, G.D. Chazenbalk, D.A. Dumesic O-79 Monday, October 17, 2016 11:15 AM
[3] Inactivity, exercise, and visceral fat. STRRIDE: a randomized, controlled study of exercise intensity and amount.
Slentz CA1, Aiken LB, Houmard JA, Bales CW, Johnson JL, Tanner CJ, Duscha BD, Kraus WE.
[4] A dose-response relation between aerobic exercise and visceral fat reduction: systematic review of clinical trials. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17637702

Unisciti alla community