La community sulla sindrome dell'ovaio policistico
Seleziona una pagina

La correlazione tra PCOS e diabete

Il diabete di tipo 2, noto anche come diabete non insulino-dipendente, influenza il modo in cui il corpo metabolizza il glucosio, la principale fonte combustibile del corpo umano.

Ma perché PCOS e diabete di tipo 2 sono strettamente correlati?

La maggior parte delle donne con sindrome dell’ovaio policistico presenta livelli di insulina molto elevati. [2] Col passare del tempo, un’esposizione prolungata può portare l’organismo a resistere agli stimoli dell’insulina (insulino-resistenza). E in condizioni di insulino-resistenza quello che si manifesta rapidamente è un aumento dei valori di glicemia a causa dell’elevata presenza di glucosio nel sangue.

Se vuoi approfondire questo argomento leggi anche Prevenire il diabete nella PCOS

Cos’è l’inositolo

L’inositolo è una sostanza che è naturalmente presente nel nostro organismo. La sua formula chimica (C6H12O6) ricalca quella del glucosio, anche se a differenziarli è la struttura.

Tuttavia, quando parliamo di inositolo ci riferiamo a un gruppo di 9 molecole chimicamente simili. Tra questa varietà di inositoli, il myo-inositolo è il più abbondante in natura. I suoi ruoli sono molteplici, tra cui quello di “secondo messaggero” di specifici ormoni come insulina, FSH e TSH. [3]

Il myo-inositolo, per mezzo di un catalizzatore che si chiama genericamente enzima (nel nostro caso l’enzima si chiama “epimerasi”), viene convertito in D-chiro-inositolo (DCI), meno abbondante del primo e che svolge un ruolo differente nell’organismo. Infatti, il myo-inositolo fa entrare nella cellula il glucosio e lo porta a trasformarsi in energia; il d-chiro-inositolo invece prende il glucosio dalla cellula e lo porta in magazzino, sottoforma di una molecola più complessa che si chiama glicogeno [3].

Per questo motivo myo e DCI insieme e nel giusto rapporto sono in grado di ripristinare l’ovulazione e normalizzare diversi parametri: LH, globulina legante gli ormoni sessuali, 17-beta-estradiolo, testosterone libero, insulina e indice HOMA. [4]

Se vuoi approfondire questo argomento leggi anche Inositoli e PCOS, quali benefici?

Cos’è la metformina

La metformina è il farmaco ipoglicemizzante di prima scelta nella terapia del diabete di tipo 2, poiché agisce modulando il metabolismo degli zuccheri presenti, riducendo al minimo il rischio di incorrere in episodi di ipoglicemia. [5]

Ma l’utilizzo di metformina viene contemplato in condizioni come la sindrome dell’ovaio policistico, anche in assenza di diabete perché in grado di regolarizzare il ciclo mestruale, ridurre l’indice di massa corporea (BMI), il testosterone e l’ormone luteinizzante (LH). [6]

Inositolo vs metformina, studi a confronto sull’efficacia

Ora che abbiamo una panoramica di queste due tipologie di trattamento per il diabete di tipo 2, vediamo cosa dicono gli studi in termini di efficacia.

Le ricerche sull’utilizzo di metformina e inositolo nelle donne con PCOS sono diverse, ma abbiamo deciso di soffermarci sulle più recenti e in particolar modo quelle del 2021, per darvi una panoramica più aggiornata.

Caratteristiche metaboliche
Uno studio di ottobre 2021, condotto su 66 donne con PCOS (33 normopeso e 33 sovrappeso/obese) trattate per 6 mesi con metformina o con myo-inositolo, ha mostrato effetti simili con entrambe le sostanze. I due sensibilizzanti all’insulina, infatti, sono stati utili per [7]:

Funzione ovarica
Ad aprile 2021 è stata effettuata una ricerca completa tra diversi database e sono stati rintracciati diversi articoli pubblicati da aprile 2010 a febbraio 2019, che analizzano gli effetti del myo-inositolo e della metformina sulla funzione ovarica delle donne con PCOS. Nell’analisi sono stati inclusi 9 studi con 331 donne trattate con metformina e 307 trattate con myo-inositolo. Dai risultati della ricerca non si è potuta stabilire alcuna differenza tra metformina e myo-inositolo per quanto riguarda il profilo ormonale e la funzione ovarica. Tuttavia, è emerso che il myo-inositolo migliorerebbe la fertilità, modulando l’iperandrogenismo. [8]

Tasso di gravidanza
In uno studio di aprile 2021, pubblicato sulla rivista Gynecological Endocrinolgy, si sono valutati, invece, i benefici del myo-inositolo in associazione alla metformina rispetto al trattamento con solo myo-inositolo in donne infertili con PCOS.
Le 116 donne prese in esame, a cui è stato consigliato di provare a concepire in maniera naturale, sono state divise in due gruppi: uno trattato con myo-inositolo e metformina, l’altro con solo myo-inositolo.
Dopo 3 mesi di terapia, in entrambi i gruppi si è registrato un miglioramento dei parametri metabolici e ormonali. Dopo 6 mesi, invece, il tasso di gravidanza era del 42,0% nel gruppo metformina in associazione al myo-inositolo e 45,5% nel gruppo trattato con solo myo-inositolo. Anche gli effetti collaterali erano significativamente più alti nel gruppo trattato con metformina. [9]

tasso gravidanza myo-inositolo e metformina

Fecondazione in vitro
Un recente studio di settembre, pubblicato sempre su Gynecological Endocrinolgy, ha studiato, invece, gli effetti del myo-inositolo rispetto alla metformina nel ridurre il rischio di sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) e migliorare l’esito delle Tecniche di Riproduzione Assistita nelle donne con PCOS sottoposte a fecondazione in vitro.
Le 102 donne che hanno partecipato allo studio sono state divise in due gruppi: uno trattato con myo-inositolo, l’altro con metformina.
I risultati hanno mostrato un’uguale incidenza di OHSS in entrambi i gruppi. Invece, il tasso di gravidanza clinica e del concepimento spontaneo, prima della fecondazione in vitro, nel gruppo trattato con myo-inositolo erano significativamente più alti. Inoltre, nelle donne trattate con myo-inositolo si sono registrati [10]:

  • tassi più alti di fecondazione, scissione e numero di embrioni di buona qualità
  • miglioramento dell’insulina a digiuno, dell’indice HOMA, dei livelli di SHBG (proteina che lega il testosterone)
  • diminuzione della resistenza all’insulina.

benefici del myo-inositolo nella PCOS

Inositolo e metformina sono sicuri?

Trattandosi di una molecola naturale, il myo-inositolo ha un alto profilo di sicurezza, tanto che negli stati Uniti la Food and Drug Administration lo ha incluso nella lista dei GRAS (Generally Recognized As Safe, designazione della Food and Drug Administration degli Stati Uniti che indica che una sostanza chimica o aggiunta al cibo è considerata sicura dagli esperti).

Questo è particolarmente importante soprattutto per le donne in gravidanza con diabete gestionale, dove il myo-inositolo si è dimostrato sicuro sia per la madre che per il feto. [11]

Anche la metformina risulta perlopiù ben tollerata. Tuttavia, la sua assunzione risulta associata alla comparsa di effetti collaterali soprattutto a carico dell’apparato gastro-intestinale che si manifestano con nausea, vomito, diarrea, dolori addominali e perdita dell’appetito. [5]

Inoltre, può causare un abbassamento dei livelli di B12 con conseguente senso di stanchezza, affaticamento e scarsa concentrazione. Recenti studi hanno, infatti, dimostrato che addirittura il 30% delle persone che assumono metformina è carente di B12. [12]

Fonti

[1] D. Glintborg et al., Response to Letter to the Editor: “Development and Risk Factors of Type 2 Diabetes in a Nationwide Population of Women With Polycystic Ovary Syndrome”
[2] Celik C. et al., Progression to impaired glucose tolerance or type 2 diabetes mellitus in polycystic ovary syndrome: a controlled follow-up study
[3] L.C Huang et al., Chiroinositol deficiency and insulin resistance. III. Acute glycogenic and hypoglycemic effects of two inositol phosphoglycan insulin mediators in normal and streptozotocin-diabetic rats in vivo
[4] M. Nordio et al.,The 40:1 myo-inositol/D-chiro-inositol plasma ratio is able to restore ovulation in PCOS patients: comparison with other ratios
[5] Humanitas: Metformina
[6] Po-Kai Yang et al., The Efficacy of 24-Month Metformin for Improving Menses, Hormones, and Metabolic Profiles in Polycystic Ovary Syndrome
[7] V. Soldat-Stanković et al., The effect of metformin and myoinositol on metabolic outcomes in women with polycystic ovary syndrome: role of body mass and adiponectin in a randomized controlled trial
[8] M. Azizi Kutenaei et al., The effects of myo-inositol vs. metformin on the ovarian function in the polycystic ovary syndrome: a systematic review and meta-analysis
[9] P. Prabhakar et al., Impact of myoinositol with metformin and myoinositol alone in infertile PCOS women undergoing ovulation induction cycles – randomized controlled trial
[10] K. Rajasekaran et al., Myoinositol versus metformin pretreatment in GnRH-antagonist cycle for women with PCOS undergoing IVF: a double-blinded randomized controlled study
[11] R. Gambioli et al., Myo-Inositol as a Key Supporter of Fertility and Physiological Gestation
[12] Diabets in control: Metformin-induced Vitamin B12 Deficiency Presenting as a Peripheral Neuropathy

Unisciti alla community