La community sulla sindrome dell'ovaio policistico
Seleziona una pagina

Perché l’idratazione è importante?

Bere i liquidi giusti, nella giusta quantità fa bene alla salute. L’acqua è uno dei componenti principali del nostro corpo ed è fondamentale per eliminare le tossine dagli organi vitali e per il trasporto dei nutrienti verso le cellule.

Basta pensare, infatti, che in un adulto la percentuale di acqua è all’incirca il 60%-65% della massa corporea, dato che scende leggermente nelle donne e con l’avanzare dell’età [1].

Inoltre, durante la giornata si perdono circa 2/3 litri di acqua attraverso la respirazione, la sudorazione e la minzione. È proprio per questo motivo che quando non si assume abbastanza acqua, ci si disidrata.

E nelle donne con PCOS, i sintomi di disidratazione come affaticamento, mal di testa, vertigini e bassa pressione sanguigna possono diventare ancora più evidenti.

Quali bevande prediligere con la PCOS?

Idratarsi è quindi molto importante, ma cosa bere?

Acqua
Iniziamo con il dire che l’acqua è sicuramente fondamentale per tantissimi motivi: favorisce la diuresi e l’eliminazione dei liquidi, regola la temperatura corporea, lubrifica i tessuti, i muscoli e le articolazioni. Inoltre, c’è una stretta relazione tra idratazione e umore. Dopo aver consumato acqua ci si sente infatti più calmi e più capaci di affrontare gli impegni. [2]

Se vuoi approfondire questo argomento leggi anche Stanchezza e PCOS, che legame c’è?

Ma quando e quanto bere? Sarebbe buona regola bere almeno 1,5l o 8 bicchieri al giorno.
È importante però non dare peso al senso di sete perché se siamo abituate a bere poco, il corpo non ci darà mai l’input di bere di più. Dobbiamo essere noi a dover bere, così anche il nostro cervello, piano piano, ci inviterà a bere di più e costantemente durante l’arco della giornata. Allo stesso tempo, bisogna evitare di bere tutto d’un fiato e distribuire l’acqua durante tutta la giornata.

Tè verde
Il tè verde è una delle bevande più salutari da consumare per le donne con PCOS. È, infatti, ricco di antiossidanti, compresi i polifenoli, che forniscono effetti anti-infiammatori, anti-cancerogeni e prevengono i danni cellulari.
Una recente review ha dimostrato, inoltre, come il tè verde è utile anche per migliorare la resistenza all’insulina. Infine, grazie ai polifenoli, può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache e fornire supporto per la perdita di peso. [3]

Tè alla menta
Il tè alla menta è un vero toccasana per chi ha la PCOS. Da alcune ricerche è emerso che bere ogni giorno tè alla menta possa aiutare a ridurre i livelli di ormoni androgeni presenti nel sangue, principali responsabili dell’irsutismo. [4]

Tè alla cannella
Il tè alla cannella è un ottimo modo per consumare questa spezia dalle innumerevoli proprietà. È infatti un potente antiossidante naturale, stimola la circolazione sanguigna, contribuisce a combattere il colesterolo e aiuta la digestione, ma non solo. È ormai risaputo che è in grado di ridurre l’insulino-resistenza, abbassando così i livelli di glucosio nel sangue. [5] E secondo recenti studi sembra che migliori anche la ciclicità mestruale nelle donne con PCOS. [6]

Tè alla curcuma
Altro tè che non può mancare nella dispensa di chi ha la PCOS è quello alla curcuma. Questa spezia contiene la curcumina, che oltre a conferire il classico colore giallo, ha proprietà antinfiammatorie e aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Infine, da recenti studi è emerso che la curcuma è un ottimo alleato anche per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e prevenire e gestire il diabete di tipo 2. [7]

Green juice
Se si hanno difficoltà a consumare quotidianamente tutte le porzioni di frutta e verdura consigliate, si può provare con il green juice, fatto di frutta e verdure dal colore verde. Questo tipo di succo, soprattutto se preparato con spinaci, cavoli, cetrioli e sedano, è in grado di ridurre l’infiammazione, abbassare la pressione sanguigna e in generale migliorare la salute cardiovascolare. [8]

Latte di noci
Il latte di noci è un’ottima alternativa soprattutto se si cercano soluzioni senza lattosio.
Tra l’altro diversi studi hanno riportato effetti benefici dopo il consumo di noci, grazie alla presenza di acidi grassi, proteine vegetali, fibre, vitamine, minerali, carotenoidi e fitosteroli con potenziale azione antiossidante. [9]
Infine, da una ricerca è emerso che la somministrazione di sei settimane di noci ha portato diversi benefici: miglioramento della sensibilità all’insulina, riduzione dei livelli di glucosio e degli androgeni. [10]

Le bevande da evitare o limitare se hai la PCOS

Tuttavia, ci sono alcune bevande che non sono poi così salutari per l’organismo. Ecco, quindi, quali sarebbe meglio evitare o limitare il consumo:

Bevande Zuccherate
Tutte le bevande zuccherate contengono zuccheri rapidi da assorbire e così contribuiscono ad aumentare la resistenza all’insulina e di conseguenza ad avere esiti negativi sulla salute come: aumento di peso, malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2. Inoltre, le bevande portano a una maggiore assunzione di cibo, poiché non saziano come il cibo solido. [11]

Alcol
Gli alcolici hanno tutti un alto apporto calorico. Inoltre, alcuni come la birra sono piuttosto ricchi di carboidrati. Ma non solo, l’alcol può influenzare negativamente anche l’umore, il sonno, l’energia e l’appetito.

Caffè
Diversi studi hanno dimostrato come un consumo eccessivo di caffè faccia aumentare nel sangue i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress. Ed è proprio una sovrapproduzione di cortisolo che nel tempo può far aumentare l’infiammazione, fattore già caratteristico della sindrome dell’ovaio policistico. Inoltre, ci si potrebbe sentire più agitate e stressate o avere un sonno più leggero. [12]
Quindi l’importante è assumere la caffeina con moderazione, al massimo tre tazze al giorno, ricordando ovviamente di evitare lo zucchero.

Fonti

[1] Corriete.it: Qual è la vera percentuale di acqua nel corpo umano?
[2] Humanitas: Acqua: un bicchiere di salute
[3] K.Liu et al. Effect of green tea on glucose control and insulin sensitivity: a meta-analysis of 17 randomized controlled trials
[4] P. Grant. Spearmint herbal tea has significant anti-androgen effects in polycystic ovarian syndrome. A randomized controlled trial
[5] F. Ashkar et al. The Role of medicinal herbs in treatment of insulin resistance in patients with Polycystic Ovary Syndrome: A literature review
[6] Lei Dou et al. The effect of cinnamon on polycystic ovary syndrome in a mouse model
[7] Medical News Today: Nine health benefits of turmeric tea
[8] J. Zheng et al., Effects and Mechanisms of Fruit and Vegetable Juices on Cardiovascular Diseases
[9] Rávila Graziany Machado de Souza et al. Nuts and Human Health Outcomes: A Systematic Review
[10] S. Kalgaonkar et al. Differential effects of walnuts vs almonds on improving metabolic and endocrine
[11] D.P. Di Meglio et al. Liquid versus solid carbohydrate: effects on food intake and body weight
[12] W.R. Lovallo et al. Caffeine Stimulation of Cortisol Secretion Across the Waking Hours in Relation to Caffeine Intake Levels

Unisciti alla community